Percorsi e azioni d'arte, pensieri e vita di donne-Il godimento femminile. Un percorso attraverso gli studi di Jacques Lacan

Immagine: 
a sx: Paola Gandolfi Identità inquieta - a dx: Tomaso Binga (Bianca Pucciarelli Menna) Bacio indelebile, Scultura, 1960
26/09/2019
Galleria d'Arte Moderna

Incontro tenuto dal Dott. Alex Pagliardini, psicanalista, membro Alipsi e responsabile del centro Jonas Roma, nell’ambito della mostra Donne. Corpo e immagine tra simbolo e rivoluzione.

La psicoanalisi si è sempre occupata, a partire dal suo fondatore Sigmund Freud, della questione della femminilità. Lo ha fatto con insistenza e non senza difficoltà. Lo psicoanalista francese Jacques Lacan si è inserito in questo solco, portando un contributo originale e, ancora una volta, non privo di problemi.
Nel suo insegnamento la femminilità si caratterizza come una particolare declinazione dell'amore, del desiderio e del godimento. Quest'ultima declinazione è probabilmente la più significativa. La potenza senza sosta del godimento si declina, nella vita di ciascuno, fondamentalmente e soprattutto al maschile, ossia istituendo un limite e il suo superamento, un interdetto e la sua trasgressione, una legge e la sua violazione, una rinuncia e un eccesso, una perdita e un ritrovamento. Ma non tutto si riduce a questo. C'è una declinazione al femminile della potenza del godimento che si realizza al di là di quella maschile, eccedendo e strabordando i limiti del maschile. Per questo tratto eccessivo, e per altre ragioni, nella vita di ciascuno risulta più difficile, e più raro, al di là dei proclami, frequentare il godimento femminile.
La pratica psicoanalitica è, per molti versi, un'esperienza volta a permettere a chi vi si sottopone di trovare un modo per frequentare il godimento femminile. Anche la pratica artistica è un'esperienza che di per sé tende a frequentare questo godimento, a farsi scrivere, tracciare, muovere da esso...

In questo incontro ci si addentrerà con semplicità nei passaggi qui indicati, sottolineandone gli aspetti più irrisolti.

Informazioni

Luogo
Galleria d'Arte Moderna
Orario

Giovedì 26 settembre 2019
ore 17.00-18.00 - Sala espositiva I piano

Biglietto d'ingresso

Partecipazione gratuita previo acquisto del biglietto d'ingresso secondo tariffazione vigente.
Gratuito per i possessori della MIC card.

Informazioni e prenotazioni
Tel. 060608 (tutti i giorni 9.00-19.00)

Tipo
Evento|Incontri
Prenotazione obbligatoria: Sì

Eventi correlati

20190329
1004410
Giacomo Balla, Il dubbio - particolare
20190124
1003642
Giacomo Balla, Il dubbio-particolare
Galleria d'Arte Moderna
24/01 - 10/11/2019
Mostra|Arte Moderna
Non ci sono attività in programma.
Non ci sono attività in archivio.