L'Opera del mese - novembre 2021

Novembre 2021: Carlo Carrà (Quargnento, Alessandria, 1881 - Milano, 1966) Partita di calcio, 1934 Olio su tela, cm 100x69
inv. AM 1016

Dettaglio di Carrà_ Partita di calcio

Il dipinto rappresenta cinque figure maschili che giocano a pallone. I personaggi, due dei quali posti di spalle in primo piano, sono raffigurati in pose diverse e indossano magliette e pantaloncini corti; il pallone è in alto a sinistra.
Esposto alla II Quadriennale d’arte Nazionale del 1935 con il titolo Sintesi di una partita di calcio, il dipinto si caratterizza per l’accurato equilibrio dei corpi, le studiate corrispondenze ritmiche e cromatiche e il moto ascensionale che la concitazione della scena suggerisce.

Carrà, pur non essendo un tifoso in senso stretto, era molto interessato al calcio e lo considerava uno dei più affascinanti spettacoli di movimento e di folla. Proprio nel giugno 1934 la Nazionale di calcio italiana, battendo la squadra della Cecoslovacchia, vinceva per la prima volta il campionato del mondo. Al di là del contenuto e dell'aggancio con l'attualità, i soggetti sportivi costituivano per Carrà una preziosa occasione per misurarsi con il tema del movimento e della partecipazione emotiva che caratterizza la competizione sportiva.

Questo interesse si manifesta, oltre che nell'opera in questione, in opere coeve come Atleti in riposo, Nuotatori e Nello stadio, nonché, nel grande formato della decorazione murale, nell'affresco realizzato nell'atrio del Palazzo dell'Arte a Milano. Qui Achille Funi aveva a sua volta eseguito l'affresco Giochi atletici italiani, probabilmente tra le fonti del dipinto di Carrà. I temi sportivi godevano, negli anni del regime fascista, di grande popolarità, celebrando figure di atleti giovani, agili e vigorosi come esempio della spinta vitalistica e dell'anelito all'eccellenza della nazione e del popolo italiano. Artisti come Rosai, Campigli, Funi, Tato, Munari, Moschi, Pirandello, Janni e Afro furono autori di soggetti sportivi, più o meno declamatori e retorici. A testimonianza di questo interesse vanno inoltre citate le due edizioni, nel 1936 e nel 1939, della Mostra Nazionale di arte Sportiva promosse dal CONI.

EDIZIONI PRECEDENTI

Pietro Gaudenzi - I priori
Amedeo Bocchi - Nel parco
Giorgio Morandi - Natura morta
Adolfo Wildt - Maschera del dolore
Giulio Turcato - Comizio
Augusto Bompiani - Le donne e le armi
Vittorio Grassi - I civettari
Guglielmo Sansoni (Tato) - Sensazione di volo
Renato Guttuso - Tetti di Roma
Alberto Savinio (Andrea de Chirico) - Autunno, 1934
Gerardo Dottori- La Natività
Giovanni Omiccioli - Nuotatori, 1940
Arturo Noci - L'arancio