L'Opera del mese

Novembre 2020: Renato Guttuso (Bagheria, 1911 – Roma, 1987) Tetti di Roma, 1957-1959 Olio su tela, cm 64x79,5 Inv. AM 2821.

 

Renato Guttuso (Bagheria, 1911 – Roma, 1987) Tetti di Roma, 1957-1959 Olio su tela, cm 64x79,5 Inv. AM 2821 - particolare

Il dipinto Tetti di Roma, che fa parte di un’omonima serie realizzata da Guttuso dal 1957 al 1964, raffigura una veduta dall’alto di un quartiere romano non facilmente identificabile, anche se il grande edificio con cupola che occupa la parte superiore della tela ricorda, nella forma curvilinea del timpano, le architetture cortonesche di Santa Maria della Pace o Santa Maria in via Lata.

Al di là dell’esatta identificazione del luogo, colpisce il serrato dialogo dei timbri e delle geometrie, il solido incastro dei volumi, definiti da spessi contorni neri e caratterizzati da corpose campiture bianche, grigio-azzurre, ocra e rosse, che, alternandosi ai bruni e ai neri profondi, costruiscono una compatta tridimensionalità. Le caratteristiche compositive e cromatiche della tela, se lasciano trasparire la matrice cézanniana e picassiana dello stile di Guttuso, coniugano in modo originale la verità della descrizione e quella “pittura di memoria” in cui la fedeltà al dato reale è parte di un dialogo più intimo e soggettivo con la città.

EDIZIONI PRECEDENTI
Alberto Savinio (Andrea de Chirico) Autunno, 1934